il progetto

“Sano chi sa” è un progetto promosso dalla Regione Lazio nell’ambito del Piano Regionale della Prevenzione 2014-2018 in collaborazione con la Fondazione Pfizer, per la promozione di corretti stili di vita nelle scuole. L’iniziativa, rivolta agli studenti delle terze classi della scuola primaria ed a tutte le classi della scuola secondaria di primo grado, si articola in tre macro aree:
  • promozione di un corretto stile alimentare
  • promozione dell’attività fisica
  • consapevolezza dell’influenza dei mass media sugli stili di vita.
Perché parlare insieme di alimentazione e attività fisica? È semplice: i nutrienti che introduciamo mangiando possono raggiungere tutti gli organi, compreso il nostro cervello, solo se si aiuta il cuore a far circolare meglio il sangue, che è la principale autostrada dell’ossigeno e delle sostanze nutritive. Il movimento serve a tenere forti e reattivi tutti i muscoli e le articolazioni, ed anche… il cervello! Mangiare tutti i giorni quello di cui il nostro organismo ha bisogno, camminare almeno un’ora, giocare all’aperto e fare attività motoria, non farsi condizionare dai diversi messaggi che invitano a comportamenti poco salutari… sono un grandissimo aiuto per mantenersi forti, agili ed attivi! Cosa c’entrano i media? Nell’adozione di corretti stili di vita è facile intuire quando sia importante anche l’acquisizione di una consapevolezza riguardo l’influenza che i mass media possono avere sullo stile di vita dei ragazzi. Attraverso questa piattaforma web, Sano chi sa mette a disposizione di tutte le scuole secondarie di primo grado del Lazio risorse testuali e multimediali per studenti, docenti e genitori. Su questo sito sono disponibili diversi video e due importanti risorse educazionali da scaricare:

Tre giovani atleti agonisti laziali hanno scelto di testimoniare con questo progetto l’importanza di uno stile di vita sano e attivo per tutti i ragazzi: Sonia Malavisi, salto con l’asta Simona Quadarella, nuoto Daniele Sablone, pallavolo